Customer care inclusivo e turismo accessibile per personale che lavora nel campo turistico

Come valorizzare la professionalità del personale che lavora nel campo turistico per quanto riguarda gli aspetti  sociali e relazionali dell’accoglienza della clientela con esigenze speciali. 

Come affrontare e risolvere le esigenze, in viaggio, di persone con disabilità o specifici bisogni: dalle persone anziane alle famiglie con bambini piccoli, dalle disabilità motorie (temporanee o permanenti) a quelle intellettive/relazionali (comunicazione aumentata), dalle disabilità sensoriali (udito e vista) ai problemi di allergie e intolleranze alimentari a persone con patologie invalidanti. 

Durata: 12 ore in 2 giornate

Formatori

Team di professionisti specializzati in marketing, comunicazione, servizi giuridici per l’impresa, imprenditori sociali, esperti in ambito sociale e socio assistenziale. 

Per ciascun corso vengono coinvolti diversi formatori e almeno 2 relatori di associazioni o enti del terzo settore nel territorio in cui si svolge il corso. 

Contenuti

1. Cityfriend, a friend in need is a friend indeed

– un nuovo concetto di turismo accessibile 
– Le opportunità per le strutture ricettive
– La piattaforma Cityfriend

2. Turismo e accessibilità: due concetti da approfondire

– L’obiettivo di un turismo per tutti è permettere che tutti possano trascorrere la propria vacanza sulla base di scelte personali e non per il livello di accessibilità di un luogo rispetto ad un altro.
– Un servizio o una struttura sono accessibili quando l’informazione relativa all’accessibilità è facilmente reperibile, comprensibile ed efficace; sono facilmente raggiungibili e interamente fruibili; il personale ascolta ed è preparato a rispondere ai vari tipi di esigenze (reciprocità); sono inseriti in un territorio accessibile (mezzi di trasporto, pernottamento, ristoranti, luoghi d’interesse culturali e naturalistici).

3. Turismo Accessibile: tra innovazione e opportunità 

– Avere una struttura ricettiva inclusiva ed accessibile permette di:
aumentare la percentuale di riempimento
favorire recensioni positive offrendo servizi/contenuti turistici personalizzati
incrementare la conoscenza e la valorizzazione del territorio
fidelizzare l’ospite attraverso servizi e attenzioni
generare una nuova cultura ed nuovo approccio alla disabilità. 

– Obiettivi Agenda 2030 Sviluppo sostenibile e inclusione
– Approccio alla disabilità per una nuova cultura basata sui diritti.
– Come relazionarsi con le persone con esigenze particolari, atteggiamento positivo/propositivo per accompagnare le esperienze turistiche delle persone con bisogni specifici e l’importanza del ruolo del Cityfriend (facilitatore)

4. Normative e leggi inerenti il Turismo accessibile

– Legge n. 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”
– Ambiti territoriali adeguati;
– Programmazione degli interventi in base alle caratteristiche ed ai bisogni della popolazione;
– Integrazione dei servizi sanitari con quelli sociali;
– Partecipazione attiva nei servizi degli utenti e dei cittadini.

5. Universal Design e Protocolli di accessibilità 

– Focus sull’aspetto della fruizione del servizio e della vivibilità dell’esperienza per disabilità motoria, intellettiva, relazionale e sensoriale
– Come creare spazi che siano anche accessibili e usabili da tutti con i concetti dell’architettura inclusiva
– Strumenti, servizi e attrezzature che migliorano l’accessibilità