I Giardini della Reggia di Venaria tra passato e contemporaneo

Visita ai Giardini della Reggia di Venaria con guida turistica

I giardini della Reggia di Venaria ci sorprenderanno per la loro grandezza e per la loro simmetria;
sarà una scoperta camminare nel Giardino delle Sculture Fluide di Giuseppe Penone e venire a
contatto con alberi veri e di bronzo, massi di marmo, acqua.

Sarà emozionante salire su un’opera d’arte per avvicinarsi alle stelle ed annusare i profumi dell’Orto e del Frutteto, tra cavoli, pomodori, mele, pere e susine…

E per chi vorrà, il pomeriggio si chiuderà con una buona cioccolata calda in una caffetteria del
centro storico di Venaria Reale.

Durata della visita guidata ai Giardini della Reggia di Venaria: 2 ore circa 
Modalità: 
tour a piedi
Tariffa€ 23 a persona.
Partecipanti: minimo 6 persone, massimo 12.

La quota non include il biglietto di ingresso ai Giardini della Reggia e le consumazioni in caffetteria.

Oltre alla visita dei giardini la nostra guida Cityfriend ti può accompagnare con una visita guidata alla Reggia di Venaria e alle mostre temporanee che ospita, richiedi un preventivo per la tua esperienza personalizzata alla Reggia di Venaria scrivendo a Cityfriend19@gmail.com

Accessibilità della visita guidata ai Giardini della Reggia di Venaria

Il percorso di visita si svolge completamente in esterno in un percorso pianeggiante. L’esperienza potrà essere fruita anche dalle persone con disabilità motoria con una carrozzina che non ha difficoltà a procedere su viali con ghiaia.

Per le persone anziane o con difficoltà a rimanere in piedi a lungo, organizzeremo il tour in modo da prevedere alcune pause per riposare.

Richiedi la disponibilità per la data che ti interessa mandando una mail a cityfriend19@gmail.com con nome, cognome, data richiesta e numero di partecipanti.
Periodo

Tutto l'anno

Accessibilità

disabilità sensoriale, esigenze famigliari / anziani, esigenze famigliari / bambini

Richiedi informazioni

Scegli un Cityfriend con cui vivere l'esperienza I Giardini della Reggia di Venaria tra passato e contemporaneo